Se non si connette o si integra con il cloud, non dovresti acquistarlo

Secondo l’ultima ricerca ESG, il 97% delle aziende sta già utilizzando il cloud o ha in atto piani attivi per iniziare a utilizzare il cloud; di conseguenza, indipendentemente dalla situazione e dalle operations IT delle aziende, è importante porsi la domanda su come qualsiasi tecnologia che acquisti ti consentirà di connetterti o integrarti con il cloud.

Questa domanda deve essere chiara se stai lavorando a una RFP o stai pensando di effettuare un acquisto di tecnologia.

È un’evoluzione che parte da un commento di diversi anni fa che era “se non riesci a gestirlo tramite un’API, non dovresti acquistarlo”.

All’epoca molte aziende erano concentrate sulla costruzione di ambienti di tipo “Private Cloud” che potevano essere gestiti in modo molto più semplice, con livelli più elevati di self service per i consumatori e ciò significava che dovevi essere in grado di integrare e automatizzare tutti i livelli dello stack per fare ciò, se non aveva un’API, in genere era la tecnologia sbagliata per quello che stavi cercando di ottenere.

Arrivando ad oggi e con l’attenzione strategica che quasi tutte le organizzazioni hanno su dove il cloud si adatterà alla loro attività oggi e in futuro, devi considerare questo come parte di qualsiasi investimento tecnologico.

Credo che questo sia particolarmente vero per le tecnologie di Data Storage

I dati definiscono così tanto il valore di un business oggi e sono così preziosi per le aziende che non puoi prendere una decisione di archiviazione senza capire come questa impatterà i tuoi piani cloud attuali o futuri. Il tipo di domande che devi porre a un fornitore dovrebbe essere …

  1. Questo dispositivo può replicare nativamente i dati in uno o tutti i provider di cloud Hyperscale? Forse non lo stai facendo oggi, ma sempre più stiamo vedendo un crescente numero di clienti replicare i dati per test / sviluppo, disaster recovery o semplicemente per eseguire analytics, “noleggiando” enormi risorse di elaborazione on demand
  2. Posso farlo per uno degli Hyperscaler in tutte le regioni in cui operiamo? Posso usufruire delle “availability zones”? Sarai sorpreso dal fatto che le aziende che dichiarano di essere connesse al cloud hanno spesso funzionalità molto limitate, spesso supportano solo uno dei grandi Cloud Hyperscaler e offrono servizi disponibili solo in un numero limitato di regioni.
  3. Può archiviare i dati nel cloud? Il sistema che stai acquistando offre l’integrazione nativa a uno o tutti gli Hyperscaler in modo da poter fare tiering dei dati su supporti a basso costo quando ha senso farlo, senza dover acquistare soluzioni software aggiuntive.
  4. Questa tecnologia mi aiuterà a migrare sul cloud quando arriva il momento di spostare le applicazioni? C’è un numero crescente di aziende che trasferiscono app come SQL e SAP in Azure, la tecnologia su cui investirai supporterà questa migrazione?

Per le società di Storage con prodotti relativamente maturi che si stanno avviando a diventare ” integrati  nel cloud “, quando passi dai claim marketing a un approfondimento su ciò che è e di ciò che non è disponibile, potresti essere spiacevolmente sorpreso.

Ed ogni azienda che oggi lancia un nuovo prodotto sul mercato deve affrontare sfide ancora più ardue. Per prima cosa devi garantire tutte le funzionalità che le persone si aspettano da un prodotto di archiviazione di classe enterprise: questo è già difficile. Deve quindi dimostrarsi affidabile, garantire la Hi availability ed offrire prestazioni elevati in casi reali e dimostrare tutto questo richiede molto tempo. E ora deve anche essere in grado di connettersi e integrarsi con il cloud.

Non credere nemmeno alle slide di marketing su questo, le aziende tecnologiche sono molto brave a sostenere che la loro tecnologia risolverà la fame nel mondo ed eliminerà il debito del terzo mondo (so di lavorare per una di queste aziende!!!), chiedi referenze, se si connette al cloud con chi lo sta facendo e quanto è stato semplice implementarlo.

Parlo per esperienza quando dico che la creazione di servizi di archiviazione e dati nativi in ​​ogni provider cloud in quasi tutte le regioni è un’impresa enorme, ci sono voluti un certo numero di anni prima di poterlo offrire. Ogni fornitore che cerca di farlo per un nuovo prodotto è proprio all’inizio di questo sforzo pluriennale.

Tutti i prodotti e servizi NetApp sono stati progettati per consentirti di creare il tuo Data Fabric, puoi trovare maggiori dettagli nel mio post qui. Un Data Fabric non solo ti aiuta con i tuoi piani cloud, ma soprattutto ti consente di iniziare a collegare gli investimenti tecnologici ai vantaggi aziendali.

Forse una domanda diversa da porsi dovrebbe essere … “Questa tecnologia mi aiuta a costruire il mio data fabric?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.